Servizi


SERVIZI OFFERTI DALL'ISTITUTO
I servizi dell'istituto Costante Gris consistono nell'assistenza a persone anziane non autosufficienti organizzati ad oggi in un Centro di Servizio con 135 posti letto disposti in nuclei operativi rispettivamente di n. 84 e n. 51 posti letto. Altri 30 posti saranno consegnati con il prossimo completamento del centro di servizio che vedrà complessivamente 165 posti letto per persone anziane non autosufficienti.

I servizi compresi nella retta riguardano:

• L'alloggio previsto in:
 Camera ad un letto con servizio di bagno;
 Camera a due letti con servizio bagno;
 Camera a tre letti con servizio bagno;
 Nel centro di servizio sono previsti spazi comuni attrezzati di soggiorno interni ed esterni;
 Servizi bagni attrezzati; 

• Fornitura di materiale per incontinenza;  

• Fornitura e lavaggio di biancheria intima; di teleria di prima necessità (lenzuola, asciugamani, etc.); 

• Attività assistenziali di rilievo sociale, sociosanitario, di cura alla persona e di segretariato sociale; 

• Attività socio educative e ricreative con partecipazione ad iniziative di rappresentazioni teatrali, cinematografiche e ad escursioni e visite turistiche; 

• Inserimento in cicli di attività terapico-riabilitative presso la palestra del centro di servizio e presso il centro idroterapico dell'Istituto;  

• Assistenza medica con visite specialistiche ambulatoriali in sede; 

• Assistenza religiosa e partecipazione a riti religiosi in sede. 

 

L'Istituto per mezzo di una convenzione con l'Azienda ULSS 2 Marca Trevigiana assicura in modo continuativo anche l'assistenza sanitaria individualizzata come previsto dalla normativa di settore e i relativi oneri sono assunti a carico del servizio sanitario nazionale in attuazione di specifiche indicazioni regionali.
Previamente all'ingresso viene assicurata alla persona da accogliere una visita interna sanitaria e sociale volta ad accertare se il Centro di Servizio dell'Istituto sia in grado di fornire adeguato servizio alle necessità sanitarie, sociali ed organizzative individuali.

PRINCIPI SULL'EROGAZIONE DEL SERVIZIO

L'Istituto assicura concreta applicazione ai seguenti principi fondamentali relativi all'erogazione dei servizi:

Eguaglianza

L'erogazione del servizio deve essere ispirata al principio di eguaglianza dei diritti delle persone accolte, garantendo parità di trattamento a parità di situazioni oggettive della persona accolta.
L'eguaglianza va intesa come divieto di qualsiasi discriminazione e non come uniformità di trattamento che si tradurrebbe in superficialità nei confronti dei bisogni e delle necessità delle persone.
L'Istituto fa proprio tale principio considerando ciascuna persona accolta nella sua soggettività e programmando le attività in modo personalizzato mediante piani assistenziali e terapeutici individualizzati.

Imparzialità

L'Istituto conforma la propria attività a criteri di obiettività e imparzialità.
L'Istituto fa proprio tale principio garantendo che il personale in servizio operi con trasparenza ed onestà.

Continuità

L'erogazione del servizio deve essere continuativa, regolare e senza interruzioni. Le eventuali interruzioni devono essere espressamente previste dal programma degli interventi a favore della persona accolta e regolate dalla normativa di settore. In tali casi sono adottate misure che arrechino alle persone accolte il minor disagio possibile.
L'Istituto fa proprio tale principio garantendo un servizio di assistenza continuativo, 24 ore su 24. Esistono precisi momenti di verifica dell'andamento dei piani individualizzati, che consentono di garantire la necessaria continuità alle prestazioni e, allo stesso tempo, di mantenere costantemente aggiornati i piani individualizzati in funzione dei cambiamenti nello stato di salute dell'ospite.

Diritto di scelta

La persona ha diritto di scegliere tra i diversi soggetti erogatori in particolare per i servizi distribuiti sul territorio.
L’Istituto fa proprio questo principio rispettando e promuovendo l’autonomia della persona in accoglimento anche mediante l’affiancamento alla persona stessa e ai famigliari nei momenti della scelta di personale dipendente professionalmente qualificato al quale è affidato l’onere di favorire il diritto all’autodeterminazione degli interessati. È per questo Istituto significativo ed importante che la persona ed i suoi famigliari recepiscano fin dall’inizio che relazione di cura significa anche sostenere la persona nel momento della necessità dando importanza alla comunicazione non verbale, capace di creare, mantenere e sviluppare la relazione di cura.

Partecipazione

L'Istituto garantisce la partecipazione della persona accolta alla prestazione. La persona accolta, o il suo tutore, ha diritto di accesso alle informazioni che sono in possesso dell'Istituto e che lo riguardano. La persona accolta, o il suo tutore, può formulare suggerimenti per il miglioramento del servizio.
L'Istituto fa proprio tale principio coinvolgendo e responsabilizzando la persona accolta nella realizzazione dei piani individualizzati, informando i famigliari sugli obiettivi di salute, creando in tal modo i presupposti affinché tra persone accolte (familiari e persone accolte in senso stretto) ed Ente si sviluppi un rapporto di crescita reciproca. Il tutto nel rispetto della riservatezza dei dati personali dei persone accolte, tra operatori e professionisti da un lato e ospiti e famigliari dall'altro.


Efficacia ed Efficienza

Il servizio pubblico deve essere erogato in modo da garantire efficienza ed efficacia.
L’Istituto fa propri sia il principio di efficacia, verificando periodicamente se gli obiettivi di salute relativi all’ospite siano stati o meno raggiunti, sia quello di efficienza, verificando costantemente che si operi in base al miglior utilizzo delle risorse disponibili per il raggiungimento degli obiettivi di salute. Inoltre, L’Istituto mira ad accrescere il livello qualitativo delle prestazioni socio-sanitarie ed assistenziali, come espresso più in dettaglio nella politica per la qualità dichiarata dalla Direzione

Economicità

I servizi erogati dall'Istituto sono organizzati in applicazione del principio di economicità delle scelte nell'intesa che la valutazione della qualità degli interventi deve emergere in modo trasparente e sostenere i programmi del Consiglio di amministrazione con riguardo anche ai costi di gestione.




Solidarietà

I bisogni di ciascuna persona accolta vanno affrontati con un approccio di accoglienza e umanizzazione.  Le attività e le iniziative dell’Istituto sono dirette alla comprensione delle capacità psico-fisiche ed intellettive individuali della persona ospitata allo scopo di costruire un sistema di accoglienza dimensionato alle esigenze e caratteristiche della medesima e che vede partecipe il personale addetto nei diversi profili professionali. Le problematiche di ciascuna persona accolta vanno appunto affrontate con un approccio di accoglienza e non di “istituzionalizzazione”.


Sussidiarietà

L’integrazione delle prestazioni e dei servizi, in recepimento del significato più completo del concetto di salute, inteso come benessere globale della persona, richiede necessariamente anche l’integrazione delle attività ed iniziative dell’Istituto con quelle offerte dal territorio ed in particolare favorisce la  partecipazione delle comunità locali e delle famiglie.